La Campania protagonista del palinsesto Rai grazie a Regione e Scabec.

0
211
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven

La stagione Rai del 2023 sarà all’insegna dell’immenso patrimonio culturale della Campania grazie a una collaborazione tra la Radiotelevisione italiana, Regione Campania e Scabec, la Società Campana Beni Culturali che da oltre circa 20 anni promuove e valorizza le bellezze locali.

Le cinque province campane, infatti, saranno raccontate nel corso di alcuni tra i programmi televisivi più noti che saranno dedicati interamente a storie, paesaggi e siti culturali del nostro territorio; Linea Verde, Linea Verde Life, il Provinciale, Linea Blu e tanto altro: le trasmissioni Rai più seguite dal grande pubblico racconteranno la Campania da una prospettiva diversa.

Un lungo cammino culturale che inizia in questo speciale weekend con ben due appuntamenti: Sabato 29 aprile, a partire dalle ore 11.25 su Rai 1 e poi domenica 30 aprile, dalle ore 14 su Rai 2, Il Provinciale attraverserà la verde Irpinia, mentre Domenica 30 aprile, alle ore 12.20 su Rai Uno, Linea Verde approderà sulle coste di Ischia per un tuffo nella sua natura prorompente.

 

Buona visione a tutti!

 

RAI1 e RAI2: IL PROVINCIALE – L’Irpinia terra di lupi, poeti e musicisti

Sabato 29 aprile, a partire dalle 11.25 su Rai 1, poi domenica 30 dalle 14 su Rai 2, Il Provinciale attraverserà l’Irpinia: una terra affascinante, forte, indipendente, misteriosa e fiera che non poteva non avere come simbolo incontrastato il lupo. Il viaggio di Federico Quaranta partirà dai Monti del Partenio, una delle terrazze più alte e dominanti, per andare a scoprire l’Abbazia di Montevergine tramite la celebre funicolare, una delle più ripide d’Europa. L’Abbazia è stata fondata da San Guglielmo da Vercelli, protettore dell’Irpinia e che proprio quest’anno compie 900 anni e dove si venera la Madonna Nera detta anche Mamma Schiavona. L’occasione sarà quella di incontrare Marcello Colasurdo, una delle voci più potenti della musica popolare partenopea, devoto alla Madre Schiavona. Continuando idealmente a seguire la vita di San Guglielmo da Vercelli, Quaranta si ferma all’Abbazia del Goleto, nel territorio di Sant’Angelo dei Lombardi, magnifico complesso monastico dove incontrerà il paesologo Franco Arminio. Inoltre, scopriremo che l’Irpinia è anche terra di musicisti, racconteremo la genesi del madrigale che nasce nella Valle del Calore, nel borgo di Gesualdo, che prende il nome da Don Carlo Gesualdo, ribattezzato il Principe dei Musici. Un omaggio ai grandi vini irpini prenderà forma nelle cantine storiche del territorio mentre alle ricette della tradizione penserà lo chef Davide Silvestro. Il racconto riprende dalla Rupe di Cairano per raggiungere il borgo di Conza dove il tragico terremoto del 1980 ha portato alla luce un patrimonio archeologico di matrice romana di inestimabile valore. Il carcere borbonico e il Museo Irpino andranno ad impreziosire il cammino. Come sempre ad accompagnare Federico c’è la naturalista Mia Canestrini che approfondirà gli aspetti legati al lupo e la dimensione naturalistica del territorio visitando il lago della Mefite, porta dell’Ade secondo Virgilio a Rocca San Felice e Lago di Conza, Oasi WWF.

Nell’ambito della Convenzione con Rai Com, la puntata è stata realizzata in collaborazione con Regione Campania attraverso Scabec Spa, con fondi POC 2014-2020.

La Scabec, acronimo di Società Campana Beni Culturali, è la società in house della Regione Campania che è impegnata nella promozione del patrimonio culturale campano.

Il Provinciale è un programma condotto da Federico Quaranta. Scritto da Giuseppe Bosin, Andrea Caterini, Francesco Lucibello, Domenico Nucera e Federico Quaranta. Regia di Daniele Carminati. Produttore esecutivo Alessandra Badioli. A cura di Valentina Loreto.

 

 

RAI1: LINEA VERDE – La primavera ischitana

Domenica 30 aprile 2023 ore 12.20Linea Verde viaggia questa settimana ad Ischia, la cosiddetta Isola Verde per la sua natura così varia e prorompente. Un itinerario alla scoperta della magnifica primavera ischitana, caratterizzata dalla mitezza del clima, dalla bellezza del mare, dallo spirito accogliente dei residenti e dalla varietà di offerte a disposizione dei turisti e dei visitatori, prima fra tutte quella termale.
Un’anteprima particolarmente ricca apre le porte dell’isola, con il saluto di Peppone alle prese con il tradizionale cornetto ischitano, vanto della pasticceria locale, e di Beppe Convertini nella splendida cornice dell’imponente Castello Aragonese.
A far da contorno, una visita al Giardino Ravino, inestimabile tesoro botanico di origine tropicale creato a Forio da un appassionato “visionario”, un’escursione di Francesco Gasparri sul Monte Epomeo ed una finestra sulla cucina locale con il talentuoso chef ischitano Pasquale Palamaro.

Il viaggio continua poi con Beppe in visita ai vigneti panoramici ed “eroici” di Serrara Fontana, ai Giardini La Mortella, creati dall’amore e dalla passione del compositore inglese William Walton e della sua consorte argentina Suzana, e con una rievocazione della celebre movida ischitana degli anni 60 e 70. Gli stessi giardini hanno ospitato a gennaio “Coltivare il Futuro” un’importante convention dedicata ai cambiamenti climatici e al ruolo dei giardini botanici, aree verdi e luoghi della cultura.Da parte sua Peppone accompagna i pescatori di Sant’Angelo in una fortunata battuta con le reti sul litorale dei Maronti, scopre tutte le virtù scaramantiche dei tradizionali fischietti portafortuna a Casamicciola e fa visita a Nicola Impagliazzo, vulcanico imprenditore-contadino-custode, sulle alture terrazzate a strapiombo sul mare, ricche di orti ed agrumeti.

A completare il mosaico ischitano, una visita di Costantino D’Orazio al Museo Archeologico di Villa Arbusto, memoria della storia antichissima dell’isola, ed un focus con il direttore dell’Istituto Nazionale di Geologia e Vulcanologia di Napoli sulla conformazione fisica di Ischia e dell’intera area flegrea.La puntata è stata realizzata – nell’ambito della Convenzione con Rai Com – in collaborazione con Regione Campania attraverso Scabec Spa, con fondi POC 2014-2020.
La Scabec, acronimo di Società Campana Beni Culturali, è la società in house della Regione Campania che è impegnata nella promozione del patrimonio culturale campano.Linea Verde è un programma di Camillo Scoyni e di Giuseppe Bosin, Andrea Caterini, Dario Di Gennaro, Lucia Gramazio, Carola Ortuso, Yari Selvetella, Nicola Sisto. Regia di Emilia Mastroianni. Produttore esecutivo Federica Giancola.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here