Le ProLoco di Quindici e di Pago Vallo di Lauro alla Rassegna del Patrimonio Immateriale

0
346
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace

LE PROLOCO DI QUINDICI E DI PAGO VALLO LAURO SARANNO PROTAGONISTE ALLA PRIMA RASSEGNA  DEL PATRIMONIO IMMATERIALE DELLA CAMPANIA. L’EVENTO SI TERRA’ DALL’ 1 AL 3 DICEMBRE 2023  a Capaccio (SA) ,presso l’ex tabacchificio

L’attività di promozione turistica delle comunità del Vallo di Lauro ai piedi del Monte Pizzo D’Alvano prosegue  con l’adesione alla Prima Rassegna del Patrimonio Immateriale della Campania, iniziativa che si terrà a Capaccio, nei giorni  1/2/3 dicembre 2023.

“Il nostro lavoro di promozione e valorizzazione del territorio, a partire dalle  antiche tradizioni, in cui si esprime l’identità culturale e lo spirito delle nostre comunità di appartenenza, ci spinge, oggi, a raccontare a tutti  la Festa di settembre ed  il Carnevale paghese; Manifestazioni  riconosciute come Patrimonio Culturale Immateriale  dalla Regione Campania”,  è quanto hanno affermato Grasso Gaetano della Pro loco di Quindici  e  Casciello Michele della Pro loco Pago Vallo Lauro .

Il carnevale paghese, promosso dalla comunità di Pago su richiesta della proloco, è stato riconosciuto quale elemento culturale  del patrimonio immateriale campano con decreto dirigenziale  nr. 205 del 7.10.2019

La festa di settembre promossa dalla comunità di Quindici, su richiesta  dei soci Elisabetta Ronga e Geatano Grasso  è stata riconosciuta quale elemento  culturale del patrimonio immateriale campano   con decreto dirigenziale della Regione Campania nr.403 del 16 luglio 2021

 

Ha affermato Gaetano Grasso: “per il momento saremo presenti alla Prima Rassegna del Patrimonio Immateriale della Campania, che si svolgerà, con il supporto della SCABEC,  presso  l’ex Tabacchificio di Capaccio (SA). Oltre a pubblicizzare i due eventi menzionati, la nostra presenza intende sottolineare la costanza con cui ci dedichiamo intensamente al raggiungimento degli obiettivi di salvaguardia e valorizzazione del nostro patrimonio culturale immateriale, favorendone la conoscenza e la diffusione. È importante garantire visibilità alle nostre tradizioni, agevolando il confronto e la riflessione sulla diversità culturale e l’identità locale delle comunità chiamate a rappresentare l’intero Vallo di Lauro”

Per tre giorni, a Capaccio, si svolgeranno convegni e seminari, volti ad approfondire gli aspetti normativi, storici, sociologici, antropologici e pedagogici dei beni immateriali campani; inoltre, sono previste attività di promozione di elementi identitari, connessi alle tradizioni, alle conoscenze e alle pratiche delle comunità della nostra regione.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here