Lioni-Grottaminarda, incontro dei Sindaci martedì 17 a Villamaina.

0
628
dav

Si torna a parlare di Lioni-Grottaminarda, a un mese di distanza della riunione convocata a Napoli nella quale la Regione Campania, attraverso il delegato alle Infrastrutture Luca Cascone, spiegò a sindacati e industriali lo stato dell’arte dopo il passaggio di consegne dal Governo a Palazzo Santa Lucia. In ballo c’era la necessità di mediare tra le richieste onerose delle imprese, dopo lo stop ai lavori per la cancellazione dal commissario, e l’esigenza della Regione di non subire e farsi carico di spese generate da decisioni romane.

Il 17 settembre nel pomeriggio a Villamaina si riprenderà il filo del discorso. I paesi dell’Unione dei Comuni Terre dell’Ufita chiameranno lo stesso Cascone, la presidente del Consiglio regionale Rosetta D’Amelio e i sindaci delle realtà interessate direttamente dal tracciato. Un invito che non riguarderà soltanto i paesi della provincia di Avellino, ma pure i vicini salernitani. La strada a scorrimento veloce infatti nasce a Contursi e da anni risulta realizzata a metà: il versante della Fondo Valle Sele è funzionante e percorribile fino a Lioni dove attraverso l’Ofantina è possibile inserirsi sul tratto Lioni-Grottaminarda. Ma fino a Sant’Angelo dei Lombardi. Da quel punto iniziano i cantieri che toccano i Comuni di Rocca, Villamaina, Gesualdo e la stessa Grotta. In diversi punti l’infrastruttura è già ben visibile: ponti e gallerie hanno preso forma. Nel paese delle terme San Teodoro attualmente si registra una delle situazioni più complesse, proprio per il blocco dei lavori sopraggiunto a inizio 2019. Dai territori la richiesta di far ripartire quanto prima i cantieri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here