Nasce il Gesualdo Consort of Gesualdo ad Avellino.

0
186

L’Istituto italiano di studi Gesualdiani, con la partnership del Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino e l’Ente provinciale del turismo, insieme per il concerto di battesimo del “Gesualdo Consort of Gesualdo”, il primo insieme strumentale irpino dedicato al principe dei musici e diretto da Marco Berrini, che si terrà martedì 3 giugno alle ore 21.00 presso la Chiesa di Santa Maria delle Grazie di Gesualdo. Dopo le celebrazioni per il 400esimo anniversario dalla morte del principe Gesualdo da Venosa, il prossimo 3 giugno, presso la Chiesa di Santa Maria delle Grazie di Gesualdo, si terrà il primo concerto del “Gesualdo Consort of Gesualdo”, diretto da Marco Berrini.

Una produzione musicale europea ideata dall’Istituto Italiano di Studi Gesualdiani, l’ente culturale fondato e sostenuto dal Comune di Gesualdo, che si avvarrà della collaborazione con il Teatro Carlo Gesualdo di Avellino e del sostegno dell’EPT di Avellino. Il progetto, in rete con il “Gesualdo Consort of London” diretto da Gerald Place eil “Gesualdo Consort of Amsterdam” diretto da Harry van der Kamp, si avvale anche della collaborazione dell’Università di York in Inghilterra e dell’apporto di tre importanti “strutture gesualdiane” operanti sul territorio irpino: il Centro di cultura gesualdiana istituito dall’Unla, l’Unione nazionale per la lotta contro l’analfabetismo, la Scuola triennale di musicoterapia “Carlo Gesualdo”, attiva presso la sede dell’Istituto gesualdiano, e La Stamperia del Principe Gesualdo, il nuovo soggetto editoriale sorto proprio nel comune irpino sulle orme dell’antica Stamperia Carlino istituita nel 1611 dal Principe madrigalista Carlo Gesualdo presso il suo castello.

Uno dei luoghi “gesualdiani” più suggestivi, la chiesa di Santa Maria delle Grazie, dove è custodita la famosa “Pala” d’altare raffigurante il Principe madrigalista Carlo Gesualdo, penitente dinanzi a Cristo giudice, sarà la location per un appuntamento esclusivo, che darà inizio ad un lungo percorso artistico in terra d’Irpinia. Consapevoli che l’opera del Principe madrigalista porta con sé una capacità rivelatrice senza eguali, che ancora oggi merita di essere coniugata al futuro, si è pensato di ricambiare l’attenzione gesualdiana esistente sul piano internazionale, radicandola stabilmente sul territorio irpino.

Ecco perché, tra i diversi progetti avviati, v’è la costituzione di un “Gesualdo Consort of Gesualdo” che sarà in costante collegamento con i “consort” già esistenti a Londra e ad Amsterdam. A guidare l’impresa ci penserà il Maestro Marco Berrini, già direttore del Coro della Conferenza Episcopale italiana e tra i massimi esperti di musica rinascimentale e barocca, che ha selezionato cinque delle migliori voci italiane per costituire un ensemble intitolato a Gesualdo. Attorno al coro gesualdiano, inoltre, sorgeranno da subito nuove iniziative come quella che porterà alla scrittura di una vera e propria “Carta” che disciplini la collaborazione fra tutti i “Gesualdo Consort” d’Europa, uniformandone i principi ispiratori, l’avvio di corsi di formazione e di specializzazione in canto corale e la costruzione di un festival internazionale.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO